Quesito in materia di trasferimenti ambito provincia. Primi in graduatoria.

Quesito:

 “””Buongiorno, volevo chiedere se il trasferimento in sovrannumero dei primi in graduatoria in ambito periferico è applicabile nel piano degli impieghi in ambito Provincia? Se si, è possibile fare ricorso tramite Gerarchico e in che modo.

Grazie”””

In merito al quesito formulato dal nostro lettore è doveroso evidenziare preliminarmente in quale alveo normativo rientra la sua casistica.

Il Comando Generale, con riferimento al solo Piano degli impieghi per l’anno 2016, ha normato tale possibilità, limitatamente ai ruoli Ispettori, Sovrintendenti ed Appuntati e/o Finanzieri del Contingente Ordinario che hanno partecipato al cosiddetto Piano Unico degli Impieghi.Dalla norma in rassegna rimanevano fuori quindi i comparti specialistici.

A tal proposito era previsto ex lege il trasferimento alla provincia richiesta dei militari collocati primi sia nelle graduatorie a livello nazionale che nelle graduatorie “periferiche”, sempreché non ci fossero in capo agli istanti situazioni particolari evidenziate comunque con la dicitura “ALTRI ELEMENTI”.

L’impiego delle risorse umane nell’ambito della stessa provincia, invece, è stato demandato unicamente alle competenze dei vari Comandanti Regionali, i quali si sono autonomamente determinati in merito.

Per quanto riguarda invece la tutela degli interessi legittimi in capo al militare lo stesso potrà esperire ricorso:

  1. avverso le determinazioni di pertinenza del Comando Generale:
  • gerarchico, al Comandante Generale, nel termine di 30 giorni dalla data della notificazione o della comunicazione dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza, ai sensi dell’art. 2, primo comma, del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199;
  • giurisdizionale, al competente T.A.R., per le azioni di cognizione previste dagli artt. 29 e seguenti del Codice del processo amministrativo, approvato con D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104, secondo i termini ivi indicati.

2. avverso le determinazioni di pertinenza dei Comandi Regionali:

  • gerarchico, ai Comandanti Interregionali da cui dipendono, nel termine di 30 giorni dalla data della notificazione o della comunicazione dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza, ai sensi dell’art. 2, primo comma, del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199;
  • giurisdizionale, al competente T.A.R., per le azioni di cognizione previste dagli artt. 29 e seguenti del Codice del processo amministrativo, approvato con D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104, secondo i termini ivi indicati.

Giova evidenziare inoltre che per quanto concerne il Piano degli Impeghi per l’anno 2017, il cui procedimento amministrativo inizierà probabilmente a dicembre p.v., allo stato dell’arte, non si conosce se tale prerogativa rimarrà ancora in essere, nella considerazione del fatto che tale Piano sarà per la prima volta emanato per “bandi”.