Quesito in materia di sostituto d’imposta ai fini dell’assistenza fiscale

Nella giornata di ieri abbiamo pubblicato il sottonotato quesito e la relativa risposta, le quali hanno evidenziato un particolare interesse da parte degli utenti.

Ne sono testimonianza, peraltro, le numerose richieste di ulteriore approfondimenti che ci sono pervenute, dopo la pubblicazione del quesito e fino a questo momento.

Alla luce di ciò abbiamo effettuato uno specifico approfondimento tecnico e giuridico e siamo, quindi, in grado di fornire ulteriori elementi che potranno essere utili ai nostri colleghi e che riportiamo a pié di pagina.

**********************************************************************************************************************************************************************

QUESITO DI IERI:

A partire da quest’anno sembrerebbero essere stati soppressi gli uffici, istituiti in seno all’Amministrazione, che fornivano assistenza fiscale.

A seguito di tale soppressione, i finanzieri saranno costretti a dover pagare per poter presentare il modello 730 presso i Caf dei sindacati (CGIL-CISL e UIL).

Mi sembra paradossale che questo servizio non sia più offerto da un’Amministrazione, che oltretutto prevede l’impossibilità per i propri dipendenti di iscriversi ai sindacati.

———————————————————–

RISPOSTA:

Ci risulta che il Direttore della Agenzia delle Entrate abbia disposto, con proprio atto, la possibilità per il personale della Guardia di Finanza di poter accedere ai servizi di presentazione del modello 730 precompilato tramite le credenziali di accesso al Corpo. Clicca per prendere visione della disposizione 48187/2015.

Facciamo presente, tuttavia, che quest’anno il sito dell’agenzia non prevede la possibilità di presentare la dichiarazione congiunta attraverso il modello precompilato, che potrà essere presentato quindi, in forma congiunta, esclusivamente tramite il sostituto che presta assistenza fiscale.

———————————————-

NUOVO QUESITO DI OGGI:

Il personale appartenente al Corpo potrà presentare la dichiarazione 730 congiunta direttamente presso gli uffici del Comando di appartenza o presso gli uffici amministrativi, quali sostituti d’imposta, così come avveniva fino allo scorso anno?

RISPOSTA:

La risposta é negativa, in quanto anche se le istruzioni dell’Agenzia dell’Entrate prevedono le seguenti tre opzioni per la presentazione della dichiarazione congiunta  precompilata, ai sensi dell’articolo 13, comma 4, del decreto n. 164 del 1999 :

  • esclusivamente al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale;
  • al CAF;
  • al professionista abilitato,

sembrerebbe che la nostra Amministrazione,  considerata la gravosità delle procedure da seguire e delle numerose incombenze da assumere a proprio carico, al pari delle scelte operate da molti altri Enti, ha ritenuto di non poter o voler svolgere tale servizio e, quindi, non  ha verosimilmente comunicato entro il 15 Gennaio di prestare l’assistenza fiscale ai propri dipendenti.

Si precisa, inoltre, che non è consentita, per il primo anno di avvio sperimentale, la presentazione della dichiarazione precompilata in forma congiunta direttamente in via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Al fine di fornire ulteriori elementi, così come previsto dall’Agenzia delle Entrate, se per l’anno d’imposta 2013 i coniugi hanno comunque presentato, tramite 730, una dichiarazione congiunta,  saranno predisposte due distinte dichiarazioni 730 precompilate,  una per ciascun coniuge.

In tal caso, se i coniugi ritengono, tuttavia, di voler presentare la dichiarazione 730 precompilata in forma congiunta dovranno rivolgersi al sostituto che presta assistenza fiscale (nel caso degli appartenenti al Corpo a quello del coniuge, qualora fornisca tale servizio)  altrimenti ad un CAF o ad un professionista abilitato.

Per quanto concerne, invece, la presentazione telematica del 730 precompilato, in forma disgiunta, tramite le credenziali in possesso di ogni appartenente al Corpo, mediante il portale Iride, sembrerebbe che sia stato predisposto un Link diretto per il collegamento che verrà reso operativo entro pochi giorni, unitamente alla circolare esplicativa.

Ad ogni buon fine, per ulteriori dettagli si rimanda alle istruzioni ed ai chiarimenti forniti dall’Agenzia dell’Entrate. Cliccacircolare+11_E+del+23+mar+2015