VENT’ANNI PER IL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO A COSTITUIRE ASSOCIAZIONI SINDACALI PER I MILITARI

Pubblichiamo il comunicato emesso dalla Corte Costituzionale con il quale si anticipa l’esito del giudizio di legittimità costituzionale dell’articolo 1475, comma 2, del Codice dell’ordinamento militare nella parte in cui vieta ai militari di costituire associazioni professionali a carattere sindacale.

Ufficio Stampa della Corte costituzionale

Comunicato dell’11 aprile 2018

CADE IL DIVIETO DI COSTITUIRE ASSOCIAZIONI SINDACALI PER I MILITARI

La Corte costituzionale ha dichiarato parzialmente fondata la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 1475, comma 2, del Codice dell’ordinamento militare nella parte in cui vieta ai militari di costituire associazioni professionali a carattere sindacale. Resta fermo il divieto di “aderire ad altre associazioni sindacali”.

La specialità di status e di funzioni del personale militare, ha però puntualizzato la Corte, impone il rispetto di “restrizioni”, secondo quanto prevedono l’articolo 11 della CEDU e l’articolo 5 della Carta sociale europea. Restrizioni che, in attesa del necessario intervento del legislatore, allo stato sono le stesse previste dalla normativa dettata per gli organismi di rappresentanza disciplinati dal Codice dell’ordinamento militare.

Roma 11 aprile 2018

Palazzo della Consulta, Piazza del Quirinale 41 Roma – Tel. 0646981 / 064698224/064698511

Fonte: https://www.cortecostituzionale.it/documenti/comunicatistampa/CC_CS_20180411184944.pdf

Associazione Sicurezza Cum Grano Salis

Lascia un commento