Poliziotto voleva i permessi per fare il papà: vince la causa con la questura. L’Unione Sarda.it

Poliziotto voleva i permessi per fare il papà: vince la causa con la questura. L’Unione Sarda.it

Voleva aiutare la moglie e stare un po’ di più con il figlioletto appena nato ma le richieste del poliziotto di beneficiare di riposi giornalieri erano state respinte dai superiori. Motivo? La donna è casalinga e i riposi, stando alla norma, spetterebbero solo quando la coniuge ha un lavoro dipendente.

Come a dire che occuparsi della casa e del figlioletto non sia un impegno più che gravoso.

IL CASO – A bocciare un’interpretazione così restrittiva della norma da parte della questura cittadina ci ha pensato il Tar che ha accolto il ricorso presentato da un agente scelto della Polizia Stradale, difeso dall’avvocato Riccardo Martucci. “Il padre”, scrivono i giudici, “deve essere ammesso a beneficiare dei permessi per la cura del figlio anche quando la madre non ne ha diritto in quanto lavoratrice non dipendente e pur tuttavia impegnata in attività (nella fattispecie, quella di casalinga), che la distolgano dalla cura del neonato”.

NIENTE PERMESSI – Il decreto del questore che negava………………..per continuare a leggere l’articolo clicca http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/05/06/cagliari_poliziotto_padre_vince_la_causa_con_la_questura-68-597889.html

Lascia un commento