Interrogazione parlamentare sull’organico della Polizia di Stato dopo la riforma Madia.

In data 06 luglio 2017 è stata presentata una interrogazione a risposta scritta (n.3/03862), firmata dalla Senatrice Maria Mussini, del gruppo Misto, in merito alla revisione dei ruoli delle forze di polizia ed agli organici della Polizia di Stato.

La Senatrice Maria Mussini, nel rappresentare che:

  • “la legge 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”, (“legge Madia”), all’articolo 8, comma 1, lettera a), prevede la delega al Governo, tra le altre, della revisione dei ruoli delle Forze di polizia”;
  • “in attuazione della delega ricevuta, il Governo ha adottato lo “Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia”, concernente, al capo I, la revisione dei ruoli del personale della Polizia di Stato”;
  • “dalla relazione tecnica e dalle relative tabelle dello schema di decreto legislativo, si evidenzia una sensibile diminuzione della dotazione organica, con una differenza di oltre 11.000 unità, mentre la forza effettiva viene indicata in 99.931 unità”;
  • “la situazione emergenziale attuale del Paese, gravata da un epico flusso migratorio e da un incremento generale dell’illegalità, non è compatibile con una diminuzione delle forze dell’ordine, in particolare della Polizia di Stato, preposte a garantire sicurezza e legalità”, 

ha richiesto al Ministro dell’Interno di sapere:

  • quale sia il numero effettivo degli agenti della Polizia di Stato in servizio ad oggi sul territorio nazionale”;
  • “quale sia il numero degli assunti non ancora operanti sul territorio e quali siano le previsioni di future assunzioni”;
  • “se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno provvedere ad una revisione della diminuzione della dotazione organica della Polizia di Stato prevista dalla “legge Madia“”.

 

Lascia un commento