Interrogazione parlamentare sul’arruolamento di finanzieri e sull’utilizzo di graduatorie pregresse.

In data 06 luglio 2017 è stata presentata una interrogazione a risposta scritta (n.3/03144), firmata dall’Onorevole Nicola Fratoianni, del gruppo Sinistra Italiana – Sinistra Ecologia Libertà, in merito all’articolo 35, comma 5-ter, del decreto legislativo 165 del 2001, che prevede che le graduatorie dei concorsi per il reclutamento del personale presso le amministrazioni pubbliche rimangano vigenti per un termine di tre anni dalla data di pubblicazione.

L’Onorevole Nicola Fratoianni, nel rappresentare che:

  • “la legge di bilancio per il 2017 (…) ha ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2017 l’efficacia delle graduatorie concorsuali, relative alle amministrazioni pubbliche soggette a limitazioni delle assunzioni, precedentemente prorogate al 31 dicembre 2016 dall’articolo 4, comma 4, del decreto-legge 101 del 2013, limitatamente alle graduatorie vigenti alla data della entrata in vigore del decreto-legge del 2013”;
  • “la proroga dell’efficacia è relativa a tutti i vincitori di concorso e idonei, utilmente collocati nelle graduatorie”;
  • “gli ultimi concorsi per allievi finanzieri sono stati indetti dalla Guardia di finanza negli anni 2010, 2011 e 2012, mentre il decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, ha autorizzato la Guardia di finanza, in deroga al regime assunzionale vigente, ad effettuare un reclutamento straordinario di 400 militari nella carriera iniziale, per ciascuno degli anni 2015 e 2016 a valere sulle assunzioni relative, rispettivamente, agli anni 2016 e 2017, attingendo per le assunzioni, in via prioritaria, dalle graduatorie dei vincitori dei concorsi approvate in data non anteriore al 1o gennaio 2011, nonché, per i posti residui, dalle graduatorie degli idonei non vincitori dei medesimi concorsi, assicurando la precedenza alla procedura più risalente nel tempo”;
  • “all’esito delle citate procedure di reclutamento risulterebbero ancora non assunti meno di 769 idonei utilmente collocati nella graduatoria del concorso bandito nel 2012”;
  • “è noto che la dotazione organica della Guardia di finanza è deficitaria di svariate migliaia di unità, nonostante serva incrementarle per far fronte al numero crescente di violazioni il cui accertamento è rimesso ai controlli della Guardia di finanza”,

ha richiesto al Ministro dell’Economia e delle Finanze di sapere “se non intenda assicurare l’assunzione per scorrimento di tutti gli idonei della graduatoria relativa al concorso per allievi finanzieri del 2012, entro la data di scadenza della graduatoria medesima, mediante lo stanziamento straordinario delle risorse finanziarie necessarie e le eventuali iniziative normative occorrenti a superare il blocco concorsuale in essere dall’anno 2012, al fine di contenere gli effetti negativi che è in grado di produrre il deficit della pianta organica sugli standard operativi e sull’efficacia dell’azione della Guardia di finanza”.

Lascia un commento