Interrogazione parlamentare sugli oneri relativi all’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri.

In data 26 aprile 2017 è stata presentata una interrogazione a risposta in Commissione (n.5/11229), firmata dall’Onorevole Massimiliano Bernini (primo firmatario), del Movimento 5 Stelle, in merito agli oneri derivanti dall’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri.

L’Onorevole Massimiliano Bernini, nel rappresentare che:

  • lo schema di decreto legislativo di accorpamento prevedeva i seguenti oneri conseguenti all’assorbimento, “suddivisi per articoli: articolo 7 – formazione/amalgama e al cambio di uniformi, all’adeguamento telematico e alle immatricolazioni dei veicoli; articolo 16, corso formazione c/o Guardia di finanza; articolo 17 corso aggiornamento c/o polizia di Stato; rispettivamente, per il 2017, sono previsti i seguenti oneri: 1.450.000 euro, 331.000 euro, 180.000 euro, il totale complessivo è di 1.961.000 euro”;
  • all’articolo 7 del decreto legislativo n. 117 del 2016, comma 3, difformemente da quanto riportato nel punto precedente, si legge «Per le finalità del presente articolo è autorizzata la spesa di euro 1.450.000 per l’anno 2017» senza alcun riferimento a formazione/amalgama, né ad altri oneri legati al transito del personale destinato all’Arma dei carabinieri”;
  • nella relazione tecnica del Ministero dell’economia e delle finanze (capo III, articolo 7, comma 1), non si rinviene nessuna disposizione di dettaglio in relazione ai costi iniziali una tantum, strumentalmente quantificati nella cifra di «1,45 milioni di euro, necessari alle attività di formazione/amalgama e al cambio uniformi, all’adeguamento telematico e alle immatricolazioni dei veicoli»; di contro, gli oneri relativi al personale destinato a transitare nel corpo della Guardia di finanza e nella polizia di Stato sono stati quantificati (sia pur prudenzialmente), sia nel decreto legislativo n. 177 del 2016 che nella relazione tecnica (e la cui spesa è stata autorizzata) nei successivi articoli 16 e 17, relativi ai corsi di formazione militare presso la Guardia di finanza ed al corso di aggiornamento presso la polizia di Stato”;
  • la relazione tecnica non fa nessun riferimento all’articolo 14, lettera ii), comma 20, del decreto riportante «il personale del Corpo forestale dello Stato transitato nell’Arma dei carabinieri: a) frequenta uno specifico corso di formazione militare, definito con determinazione del Comandante generale dell’Arma dei carabinieri»; nella relazione tecnica, all’articolo 19 «Disposizioni finanziarie» (formulazione del Ministero dell’economia e delle finanze) è riportato che «conseguentemente, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, quota parte dei risparmi di spesa di natura permanente, pari a euro 7.970.000 per l’anno 2016, euro 59.081.367 per l’anno 2017 ed euro 56.828.420 a decorrere dal 2018, nella misura del 50 per cento è destinata alle forze di polizia per la revisione dei ruoli di cui alla stessa lettera a), n. 1, attraverso l’incremento dell’autorizzazione di spesa cui all’articolo 3, comma 155, secondo periodo, della legge 24 dicembre 2003, n. 350”;
  • gli interroganti stimano i costi per l’assorbimento del Corpo forestale di Stato nelle varie amministrazioni per l’anno 2017, relativamente alla formazione del personale ex Corpo forestale di Stato spese per il vestiario, cambio livree veicoli e aeromobili, rottamazioni – sostituzioni veicoli, adeguamento telematico, cancelleria – segnaletica caserme, oneri di macero divise e cartoleria in giacenza, mancata prestazione di servizio personale transitato nel comando dei carabinieri, Guardia di finanza e nella polizia di Stato durante la formazione, ad oltre 25 milioni di euro quindi ben oltre a quanto previsto dalla relazione tecnica del Ministero dell’economia e delle finanze”, 

ha richiesto ai Ministri dell’Economia e delle Finanze, per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione e della Difesa di sapere:

  • quale sia l’ammontare degli oneri finora sostenuti dalle casse dello Stato a seguito dell’assorbimento del personale ex Corpo forestale dello Stato nelle varie amministrazioni”;
  • qualora la stima dei costi contenuta nella relazione tecnica del Ministero dell’economia e delle finanze relativa al decreto legislativo di cui in premessa si rivelasse non corretta, quali iniziative si intendano adottare al riguardo”.

 

Lascia un commento