Emanati i D.P.R. di recepimento dei contratti di lavoro comparti difesa, sicurezza e soccorso. Ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Con distinti D.P.R., in data 15 Marzo 2018, il Presidente della Repubblica ha recepito gli accordi sindacali del provvedimento di concertazione per il personale non dirigente delle Forze di Polizia ad ordinamento civile e militare, delle Forze Armate e del personale dei Vigili del Fuoco, nonche’ del personale dirigente dei Vigili del Fuoco (triennio normativo ed economico 2016-2018), gia’ deliberati dal Consiglio dei Ministri.

L’ultimo adempimento, pertanto, rimane la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, dopodiche’ Noi PA provvedera’ ad aggiornare le competenze stipendiali mensili frutto dell’accordo e ad erogare gli arretrati, sotto forma di “una tantum”, per gli anni 2016/2017, nonche’ quelli spettanti dal mese di Gennaio 2018  fino al mese di aggiornamento dei cedolini.

Rimane ancora aperta la coda contrattuale con la quale definire l”utilizzo delle risorse residuali derivanti dal contratto, in un quadro politico e finaziario non certo dei piu’ agevoli.

Cosi’ come previsto dall’accordo sottoscritto, se non  si riuscira’ a definire entro il 31 Dicembre 2018 l’utilizzo delle risorse, viste anche le differenze economiche residuali (circa 4 milioni  la GdF, 2,5 i Carabinieri e soli 250 mila euro la Polizia Petenziaria) le stesse confluiranno, per la parte di competenza di ogni Amministrazione, nel FESI (premio produttivita’).

Eliseo Taverna, Daniele Tisci, Guglielmo Picciuto e Marco Roda.

Lascia un commento