Disegno di Legge A.S. 2728. Riorganizzazione dei vertici del Ministero della difesa e delle relative strutture.

Nella seduta della 4^ Commissione “Difesa” del Senato della Repubblica n. 252 del 26 settembre 2017 è proseguito l’esame del disegno di legge avente per oggetto “Riorganizzazione dei vertici del Ministero della difesa e delle relative strutture. Deleghe al Governo per la revisione del modello operativo delle Forze armate, per la rimodulazione del modello professionale e in materia di personale delle Forze armate, nonché per la riorganizzazione del sistema della formazione”.

Nel corso della nuova riunione:

  • si è proceduto alla votazione degli ordini del giorno e degli emendamenti;
  • è stato in particolare ritirato l’emendamento n. 7.0.1 presentato dal Senatore Battista in tema di “ricongiungimento familiare”, con contestuale presentazione dell’ordine del giorno G/2728/3/4 che è stato accolto dal Governo.

Questo il testo dell’emendamento G/2728/3/4 accolto dal Governo in tema di “Ricongiungimento familiare”. 

G/2728/3/4

BATTISTA

La Commissione,

in sede di esame dell’AS 2728 recante “Riorganizzazione dei vertici del Ministero della difesa e delle relative strutture. Deleghe al Governo per la revisione del modello operativo delle Forze armate, per la rimodulazione del modello professionale e in materia di personale delle Forze armate, nonché per la riorganizzazione del sistema della formazione”;

premesso che:

il ricongiungimento familiare del personale delle Pubbliche Amministrazioni è sempre stata una tematica delicata in ragione della necessità di contemperare l’assolvimento dei compiti istituzionali propri di ciascuna Amministrazione con le esigenze personali di ciascun dipendente;

la peculiarità dei compiti istituzionali dell’Amministrazione della Difesa comporta necessariamente un impiego del personale militare e civile, in funzione delle contingenti esigenze di servizio e delle professionalità possedute;

la disciplina di cui all’art. 2209-sexies del decreto legislativo 15 marzo 2010, n.66, come inserito dal decreto legislativo n. 8 del 2014, ha introdotto misure transitorie volte al ricongiungimento familiare del personale interessato dai provvedimenti di revisione dello strumento militare in attuazione della legge n. 244 del 2012;

è auspicabile favorire la convivenza del nucleo familiare, in quanto elemento fondante della società civile, nel rispetto del principio di buon andamento della pubblica amministrazione;

impegna il Governo

ad assumere ogni iniziativa, anche di natura legislativa, al fine al favorire il ricongiungimento familiare del personale dell’Amministrazione della difesa nel rispetto funzionali dell’amministrazione stessa.

Il seguito dell’esame è quindi rinviato.

 

Lascia un commento