Decreto Legge 20 febbraio 2017, n. 14. Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città. Iniziato l’esame in I Commissione del Senato.

Nella riunione n. 470 del 28 marzo 2017 della I Commissione permanente del Senato è iniziato l’esame della legge di conversione del Decreto Legge 20 febbraio 2017 n. 14 con il quale sono state emanate in materia di sicurezza urbana, dopo le modifiche apportate in sede di esame presso la Camera dei Deputati.

Nel corso della riunione:

  • il relatore PAGLIARI (PD) ha illustrato il decreto-legge in esame, con le modifiche apportate in più parti nel corso dell’esame presso l’altro ramo del Parlamento;
  • il senatore MAZZONI (ALA-SCCLP) ha rappresentato di ritenere “che il decreto-legge in esame, come modificato dalla Camera dei deputati, rechi norme di carattere meramente programmatico, con le quali si trasferisce alla polizia municipale la responsabilità di garantire sicurezza e ordine pubblico, senza adeguare tuttavia la dotazione organica e finanziaria e senza prevedere specifici strumenti d’intervento. In particolare, per il rafforzamento della cooperazione tra le forze dell’ordine e i corpi di polizia municipale, sarebbe importante garantire anche a questi ultimi l’accesso alle banche dati del Ministero dell’interno. Inoltre, a fronte delle nuove competenze, il riconoscimento al personale della polizia locale degli istituti dell’equo indennizzo e del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio rappresenta un modesto avanzamento”, considerando “positiva, invece, l’applicazione della disciplina sull’arresto in flagranza differita per i reati commessi anche nelle occasioni pubbliche, oltre che nel corso di manifestazioni sportive” e preannunciando “la contrarietà del proprio Gruppo alla introduzione del codice identificativo per le forze di polizia, qualora il Governo intenda ripresentare al Senato l’emendamento già ritirato in prima lettura. A suo avviso, infatti, tale misura avrebbe effetti controproducenti, favorendo l’avvio strumentale di procedimenti penali nei confronti di esponenti delle forze dell’ordine, piuttosto che garantire maggiore trasparenza”;
  • il relatore PAGLIARI (PD) ha poi fatto presente che, “qualora si intenda procedere a un ciclo di audizioni, sarebbe opportuno predisporre in tempi brevi l’elenco dei soggetti da convocare, considerati i termini stringenti per la conversione in legge del provvedimento”.

Il seguito dell’esame è stato quindi rinviato.

Articoli correlati sul sito:

http://www.sicurezzacgs.it/decreto-legge-20-febbraio-2017-n-14-disposizioni-urgenti-materia-sicurezza-delle-citta-prime-modifiche-sede-esame-la-conversione-legge/

http://www.sicurezzacgs.it/decreto-legge-20-febbraio-2017-n-14-disposizioni-urgenti-materia-sicurezza-delle-citta/

 

Lascia un commento