Atto del Governo n. 35. Disposizioni correttive e integrative in materia di revisione dei ruoli delle Forze di Polizia. Il Consiglio di Stato sospende l’espressione del parere.

Pubblichiamo il parere formulato dal Consiglio di Stato, con il quale è stata sospesa la formulazione del giudizio, essendo stato ritenuto utile audire le Amministrazioni, attesa la complessità della materia e la rilevanza dell’intervento.  

TESTO DEL PARERE

Numero 02012/2018 e data 02/08/2018 Spedizione

REPUBBLICA ITALIANA

Consiglio di Stato

Sezione Consultiva per gli Atti Normativi

Adunanza di Sezione del 26 luglio 2018

 

NUMERO AFFARE 01424/2018

OGGETTO:

Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio legislativo del Ministro per la pubblica amministrazione.

 

Schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, concernente “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle forze di polizia, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.

LA SEZIONE

Vista la nota del 18 luglio 2018, prot. 0001353, con la quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio legislativo del Ministro per la pubblica amministrazione – ha chiesto il parere del Consiglio di Stato sullo schema di decreto legislativo in oggetto;

esaminati gli atti ed uditi i relatori, consiglieri Antimo Prosperi ed Aurelio Speziale.

Premesso.

1. Con la nota del 18 luglio 2018, prot. 0001353, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio legislativo del Ministro per la pubblica amministrazione – ha trasmesso per il prescritto parere lo schema di decreto legislativo in esame.

2. L’Amministrazione riferisce che tale schema, predisposto ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 7 agosto 2015, n. 124, reca disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.

L’intervento normativo si fonda sulla facoltà attribuita al Governo di adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore del citato decreto legislativo (7 luglio 2018), nel rispetto dei princìpi e criteri di delega di cui all’articolo 8, comma 1, lettera a), nonché della procedura di cui al medesimo articolo 8, uno o più decreti legislativi recanti norme integrative e correttive.

3. Lo schema di decreto legislativo è composto da ventidue articoli, suddivisi in cinque Capi, che riproducono in parte la stessa sistematica del decreto legislativo n. 95 del 2017. I Capi sono i seguenti:

Capo I: modifiche alla revisione dei ruoli del personale della Polizia di Stato;

Capo II: modifiche alla revisione dei ruoli del personale dell’Arma dei carabinieri;

Capo III: modifiche alla revisione dei ruoli del personale corpo della Guardia di finanza;

Capo IV: modifiche alla revisione dei ruoli del personale del Corpo di polizia penitenziaria;

Capo V: modifiche al decreto legislativo n. 95 del 2017, comprese quelle contenute nel Capo V dello stesso decreto legislativo, concernente le disposizioni finali e finanziarie.

Considerato.

4. La Sezione, attesa la complessità della materia e la rilevanza dell’intervento, considera utile ed opportuno audire le Amministrazioni competenti nell’Adunanza del 6 settembre 2018.

P.Q.M.

la Sezione sospende l’espressione del parere sullo schema di decreto legislativo, in attesa dell’adempimento indicato.

 

 
 
GLI ESTENSORI IL PRESIDENTE
Antimo Prosperi, Aurelio Speziale Claudio Zucchelli
 
 
 
 

IL SEGRETARIO

Maurizio De Paolis

Lascia un commento